Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

C.I. DIAGNOSTICHE BIOTECNOLOGICHE

Oggetto:

Diagnostic Biotecnology

Oggetto:

Anno accademico 2013/2014

Codice dell'attività didattica
INT0636
Docenti
Prof. Maurizio CASSADER (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Gianpiero PESCARMONA (Docente Responsabile del Corso Integrato)
Prof. Elisa MENEGATTI (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Isabella Castellano (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Roberto Gambino (Docente Titolare dell'insegnamento)
Corso di studi
[f007-c201] laurea spec. in biotecnologie mediche - a torino
Anno
2° anno
Periodo didattico
Secondo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
12
SSD dell'attività didattica
BIO/12 - biochimica clinica e biologia molecolare clinica
MED/05 - patologia clinica
MED/08 - anatomia patologica
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Gli studenti devono avere una solida formazione di Biochimica generale e
speciale, di biologia molecolare e fisiologia, biochimica, patologia
generale e fisiopatologia, immunologia.
Si richiedono nozioni generali di chimica, biochimica, e biologia
molecolare.
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

- Scopo del Corso è insegnare agli studenti e addestrarli a esplorare la

Rete per estrarne tutte le informazioni rilevanti per comprendere le basi

molecolari delle malattie. Mentre negli ultimi anni c’e’ stato un

impressionante incremento della capacità di misurare molecole e geni, la

capacita’di interpretare questi dati non è cresciuta in maniera analoga,a

causa della complessità intrinseca ai sistemi biologici. La valutazione

degli studenti verra’ fatta con la pubblicazione di una pagina Web (stile

Wikipedia) sull’argomento scelto con l’obiettivo di fornire nuove e

originali ipotesi sulle basi molecolari (biochimiche) di malattie o processi

fisiologici. La nuova pagina non deve sostituire o duplicare informazioni

pre-esistenti sull’argomento ma creare nuove connessioni tra i dati

esistenti.

- Lo scopo del corso e quello di offrire agli studenti di biotecnologie una

visione generale delle problematiche nell’ambito dell’Anatomia

Patologica, volte a definire dei percorsi integrati in grado di ottenere

diagnosi oggettivabili ed in grado di identificare lesioni molecolari proprie

di ciascuna patologia che possano essere “targhettabili” con terapie

m i r a t e .

Il corso si prefigge inoltre di indicare le tecnologie attualmente utilizzate

in ambienti clinici e di ricerca in anatomia patologica.

Al di là di offrire una visione generale delle stesse, il corso indicherà

vantaggi e svantaggi, inclusi i costi, operativi delle varie metodologie.

Ampio materiale didattico sotto forma di presentazioni, lista di siti, corsi

di altre università. ed un'ampia gamma di articoli di revisione sono offerti

agli studenti. Questi ultimi avranno l’opportunità di consultare presso la

nostra sede testi e cd sulle varie patologie

- Capacità per un corretto uso degli strumenti analitici e per

l'applicazione di tecniche analitiche tradizionali ed avanzate.

- Comprensione ed interpretazione delle informazioni ottenute dai dati

del laboratorio clinico.

- Impostazione di programmi di ricerca attinenti a nuove indagini

diagnostiche non ancora in uso.

- Conoscere i fondamenti delle principali metodiche e strumentazioni di

laboratorio applicabili allo studio dei determinanti patogenetici e dei

processi biologici significativi per la prevenzione e la diagnosi delle

malattie dell'uomo.

- Conoscere e interpretare il significato dei risultati delle indagini

diagnostiche di laboratorio nella caratterizzazione diagnostica delle

principali patologie umane

Oggetto:

Programma

BIOCHIMICA CLINICA: gli studenti devono imparare a raccogliere l’

informazione biochimica specifica per ogni obiettivo estraendola dall’

enorme quantità di dati della Rete. I passi di questa procedura sono:

1.La definizione dell’obiettivo (ad es nome il nome meno ambiguo di

una proteina o di una malattia)

2.Identificazione delle parole chiave migliori da usare per la ricerca

3.Uso di diversi motori di ricerca e database (strumenti diversi possono

dare risultati molto diversi anche sullo stesso insieme di dati)

4.Validazione dei dati trovati sulla base della loro coerenza con un

modello robusto di organismo vivente .le cui caratteristiche sono il

continuo bisogno di produzione di energia (ATP) da cui dipende la

necessita’ di una fornitura continua di ossigeno e nutrienti e il

mantenimento della asimmetria cellulare (Na+, K+, Ca++, Cl-, H+,

proteine etc). 5.L’identificazione dei migliori test di laboratorio (marcatori

o predittivi di malattia) usando un modello ampio e complesso del

paziente come un tutto unico (Esami di sangue standard, Urine, Ormoni

tiroidei, Ormoni Steroidei, Vitamina K, Fattori di rischio trombotico etc).

-Metodologie per un corretto ottenimento dei campioni biologici da

analizzare-Metodologie diagnostiche di Biochimica Clinica-Concetti

fondamentali di Enzimologia Clinica-Conoscenze necessarie per un

corretto uso degli strumenti analitici e della applicazione di tecniche

analitiche sia tradizionali che avanzate-Comprensione e interpretazione

delle informazioni ottenute dai dati forniti da un laboratorio clinico-

Variabilità preanalitica ed analitica-Variabilità analitica e biologica dei

dati di laboratorio ed intervalli di riferimento-Il controllo di qualità nel

Laboratorio Clinico-Impostazione di programmi di ricerca attinenti a

nuove indagini diagnostiche non ancora in uso-Principi di diagnostica

strumentale per lo studio delle malattie metaboliche-Biochimica Clinica

della malattia diabetica-Biochimica Clinica delle lipoproteine plasmatiche-

Diagnostica di Laboratorio delle dislipidemie-Sistemi di studio delle

componenti lipidiche ed apolipoproteiche nella diagnostica cellulare e

molecolare delle complicanze vascolari su base aterosclerotica.

ANATOMIA PATOLOGICA:

Storia della patologia e sviluppi tecnologici

Patologia molecolare e diagnostica integrata

Gestione di campioni patologici processamento

Diagnosi istologica e referti

Tecnologie ancellari

Processi infettivi, infiammazione

Malattie autoimmuni “lupus eritematosus, artrite reumatoide”

Sistema ematopoeitico e linfoide normale: ontogenesi e organizzazione

strutturale

Leucemie acute e croniche

Linfomi umani, di basso ed alto grado

Carcinomi del tratto gastro enterico

Carcinoma del pancreas, fegato e vie biliari

Carcinomi della mammella

Carcinomi della tratto genico urinario

Carcinomi del polmone

Modelli animali per la patogenesi

Casi clinici - Lavori e discussione

PATOLOGIA CLINICA E IMMUNOEMATOLOGIA:

Patologia clinica

-Cenni di organizzazione di un Servizio di Laboratorio. Core Lab, Point-of-

Care-Testing, Lab-on-a-chip

- Principi di interpretazione dei test di laboratorio

-Esame emocromocitometrico

-Approccio laboratoristico ai disordini della coagulazione

-Il laboratorio nelle patologie immuno-mediate (autoimmunità,

allergologia, immunodeficienze)

-Laboratorio del sistema del complemento e patologie correlate

-Il laboratorio nelle amiloidosi

-Diagnostica molecolare e laboratorio delle malattie metaboliche

congenite

Immunoematologia

-Nozioni di immunoematologia generale-I sistemi gruppo- ematici: ABO,

Rh, Kell e Duffy-Antigeni leucocitari e piastrinici-La donazione di sangue-

Test pre-trasfusionali-La malattia emolitica del neonato da alloimmunizzazione

materno-fetale-L’emotrasfusione e le sue complicazioni,

legislazione-Preparazione degli emocomponenti e degli emoderivati

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

- Principi e tecniche di chimica clinica (L.Spandrio) ed. Piccin

- Le iperlipidemie: diagnosi e trattamento (P.M. Durrington) ed. McGraw-

H i l l .

- Il sito di riferimento dove si trovano tutte le informazioni pertinenti al

Corso e dove devono essere pubblicate le pagine Web e’ il Flipper e la

Nuvola (http://flipper.diff.org/).La lingua del sito e’ l’inglese.

- "Anatomia Patologica: Le basi", UTET, 2007

- "Molecular Genetic Testing in Surgical Patology", Lippincott Williams&

Wilkins, 2006

- Robbins "Basic pathology", WB Saunder 7th edition

- "Anatomia Patologica", Piccin 2007

- Laposata, Medicina di laboratorio_La diagnosi di malattia nel laboratorio

clinico,

Piccin 2011 ISBN: 978-88-299-2109-6

- G. Federici, Medicina di Laboratorio,McGraw-Hill 2008 ISBN: 978 88 386

3 9 4 1 - 8

- McClatchey Kenneth, Clinica e medicina di laboratorio, Verduci Editore

- L. Sena, Argomenti di Patologia clinica – Ed. Cortina – Torino, 2003



Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 22/06/2014 22:29
Non cliccare qui!